Pioppi

Pioppi è un paese del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, frazione marina del comune di Pollica. Fu abitato un tempo dagli Enotri, i quali provenivano dall’Oriente ed importarono la coltura della vite, insegnando alle popolazioni autoctone la produzione del vino. Lungo la costa vi erano profonde insenature che permettevano l’ancoraggio delle navi; uno degli approdi naturali era quello di Pioppi che, nel medioevo, venne detto del Fico e di S. Maria dei Pioppi.

Da visitare è il Castello Vinciprova, palazzo che venne edificato nel XVIII secolo dalla famiglia Ripoli, originaria di Pollica, proveniente dalla Spagna. Recentemente il castello è stato donato dagli ultimi rappresentanti dei Vinciprova al Comune di Pollica, che lo ha adibito a Museo del Mare. La Chiesa del Carmine: dedicata alla Madonna del Carmine, fu fondata agli inizi del Seicento. Subito divenne un centro di culto, perché un quadro della Madonna, che vi si venerava, era ritenuto miracoloso.

Negli anni ’50 l’allora piccolo e semplice borgo di superba bellezza, regalava caratteristiche fiabesche che ispirarono persino Ernest Hemingway nel romanzo “II vecchio e il mare”.
Qui Keys, il padre della dieta mediterranea, visse per ben 40 anni, e durante un convegno nel 2009 si firmò un documento che attesta l’effettiva connessione tra la Dieta mediterranea e Pioppi, come luogo di svolgimento degli studi di Keys e dei suoi collaboratori, facendo così diventare Pioppi Capitale Mondiale della Dieta Mediterranea.
Paesaggi suggestivi e acque cristalline fanno da sfondo al Museo Vivente della Dieta Mediterranea parte integrante della rete dell’Ecomuseo della Dieta Mediterranea, fatta di luoghi, musei e percorsi culturali attorno al tema dichiarato dall’Unesco, il 16 novembre 2010 a Nairobi, patrimonio immateriale dell’umanità.